Fare sport a tutte le età

sport

Fare attività fisica è fondamentale per avere una vita sana. Lo sport, unito ad una dieta ben equilibrata, ci permette di restare in forma, di scaricare stress ed energie in eccesso e, perché no, anche di divertirci, basta trovare quello giusto. Molti non considerano, però, che al cambiare del nostro corpo cambia, ovviamente, la conformazione della muscolatura e del sistema scheletrico; questo implica che ogni età abbia un tipo di attività sportiva più corretta da svolgere, partendo dall’infanzia fino alla terza età.

Lo sport dall’infanzia alla terza età

L’esercizio fisico è vitale per lo sviluppo dei bambini, ma un bambino di 3 anni è diverso da uno da un bambino di 10 anni: per i più piccoli considerate sport acquatici, e aspettate i 6 o 7 anni per tentare di farlo appassionare agli sport di squadra. Oltre a tenere in conto la sua età, è essenziale dialogare con il bambino e fargli provare diversi sport prima di decidere quale attività fargli svolgere: se il bambino si diverte, si impegnerà maggiormente e non farà i capricci. Con il proseguire della crescita si aprono sempre maggiori possibilità: lasciate sempre la massima libertà di scelta e permettetegli di esprimere le sue passioni ed i suoi gusti personali, senza obbligarlo a seguire una strada piuttosto che un’altra.

Spesso gli orari di lavoro, la vita frenetica e mille altre ragioni ci spingono ad abbandonare lo sport in età adulta: in realtà, praticare attività fisica a questa età aiuta il nostro corpo a mantenersi in forma e godere di una sorta di gioventù prolungata: rimanere attivi mentalmente e fisicamente, infatti, ritarda il processo di invecchiamento. Trovate, quindi, il tempo per iscrivervi in palestra o andare a fare una corsetta ogni sera o ogni mattina: per quanto siano proibitivi i vostri orari, la diffusione delle palestre con orari flessibili o il semplice jogging accompagnato da esercizi svolti in casa sono ottime alternative ad altri sport con orari più precisi e meno flessibili e vi aiutano a scaricare lo stress.

Capita spesso di pensare, con l’arrivo della terza età, di dover smettere di allenarsi come prima e mollare un po’ la presa: in realtà non c’è niente di meglio dell’ esercizio fisico per affrontare la vecchiaia. Se con il passare degli anni si notano delle difficoltà a svolgere gli esercizi, basta cambiare il tipo di attività svolta con una che vi aiuti a mantenervi in forma senza affaticarvi troppo. Trasformate la corsa quotidiana in camminate svelte e prendere l’abitudine di fare sport acquatici; inoltre potete dedicarvi allo yoga e allo stretching per conservare l’elasticità oppure iscrivetevi ad un corso di ballo. L’importante è continuare a muoversi e fare esercizio!

Gli infortuni, spiacevoli incidenti di percorso

Purtroppo, gli infortuni capitano, a tutte le età. I tempi di ripresa variano di persona in persona, ma bambini e ragazzi saranno, mediamente, più rapidi a riprendersi. Ma cosa fare quando ci si fa male? È sempre opportuno consultare il proprio medico, senza dare nulla per scontato: ascoltare la sua diagnosi e i suoi consigli è il modo più veloce per recuperare e riprendere a fare sport. Durante il periodo di riposo dovuto alla convalescenza potrebbe essere opportuno ricorrere a delle sedute di massaggi o fisioterapia per alleviare il dolore, diminuire la perdita del tono muscolare dovuta all’inattività e per aiutare il nostro fisico a riprendersi più in fretta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *