Estate in bicicletta: il giusto abbigliamento migliora la performance

Estate in bicicletta

Che si tratti di un professionista o di un amatore, il ciclismo, più di molti altri sport, richiede un abbigliamento specifico da non sottovalutare.
In moltissimi, con l’arrivo della bella stagione, si dilettano tra piste ciclabili e percorsi di montagna rischiando però malanni o malessere fisico a causa dei vestiti non consoni alle due ruote.

Il primo parametro da tenere in considerazione quando si monta in sella ad una bicicletta è la temperatura. Ad esempio in montagna, spesso non si considera che le temperature possono variare da molto alte a ridotte anche nei mesi estivi.

Durante giornate molto calde, sopra i 25 gradi, basterà indossare pantaloni corti e maglietta, rigorosamente di materiale tecnico che, a differenza del classico cotone, permettono alla pelle di equilibrare i liquidi, lasciando evaporare il sudore che siano quindi aderenti ma contestualmente non strette.

Anche per quanto riguarda i pantaloncini il materiale deve essere rigorosamente professionale. Se siete alle prime armi cercate di allenare la muscolatura prima di mettervi in sella, altrimenti utilizzate pantaloni lunghi (sempre leggeri e traspiranti) che permettono alle gambe di evitare strappi e affaticamenti muscolari.

Sotto il sole estivo non dimenticate gli occhiali da sole. Per gli appassionati di sport ne esistono diversi tipi con altrettante svariate lenti adatte alle diverse tipologie di occasione.

Più di ogni altra cosa però, nonostante il caldo, non rinunciate mai al casco! Se siete amanti dello stile potrete trovare diversi colori e modelli.

Per evitare fastidi alla pelle sono consigliabili i guanti, che evitano scomode vesciche, e gli slip specifici per il ciclismo.

Se le temperature invece fossero piuttosto basse, circa sui quindici gradi, aggiungete, una mantellina e non scordate di indossare la maglia a maniche lunghe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *